Vai al contenuto

Campagna di azionariato popolare con il collettivo di fabbrica GKN

GKN – La sua storia:

Inizialmente fabbrica del gruppo Fiat, poi venduta al gruppo speculativo Melrose, dopo un tentativo illegale e ingiusto di licenziamento senza preavviso o compensazione nel 2021, è iniziato il movimento “Insorgiamo” (dal motto dei partigiani fiorentino) guidato dal collettivo della fabbrica. In breve tempo, seguendo il principio dell’intersezionalità delle lotte, i risultati delle mobilitazioni sono stati enormi e trasversali, legati a tutti i movimenti sociali italiani e internazionali.

Nel corso dei due anni di lotta, i gruppi collettivi e di solidarietà ad essi collegati sono riusciti a sviluppare diversi piani di riconversione industriale molto avanzati, un primo basato sul loro settore di partenza, un secondo, l’attuale, basato su un’idea di consorzio industriale le cui due strategie predominanti si riferiscono alla produzione di pannelli fotovoltaici in pasta organica di nanocarbonio e di bici cargo.

La controparte costituita dal nuovo proprietario della fabbrica “Borgomeo” ha sempre tentato di interrompere la mobilitazione; il suo reale obiettivo è  sempre stato di agire solo come personaggio di  facciata di un più ampio progetto di speculazione immobiliare nella fabbrica. La richiesta collettiva proprio per questo è sempre restata la proprietà pubblica, ma con la gestione dei lavoratori attraverso la cooperativa che hanno costituito.

La richiesta di intervento pubblico si basa su una legge italiana denominata “Marcora”, che prevede in caso di acquisto da parte dei lavoratori l’intervento di una società finanziaria controllata dal Ministero italiano dell’Economia e delle Finanze attraverso “Cassa depositi e prestiti (una sorta di banca d’investimento) di fondi per garantire i progetti prodotti dalle cooperative dei lavoratori.

Oggi, a fine del 2023, dopo molte mobilitazioni assieme per questo, per altro, per tutto siamo vicino a un momento decisivo in cui è necessario ristabilire che questa vertenza ha un sostegno sociale trasversale.

Per chi potesse il prossimo appuntamento sarà a campi bisenzio il 31 dicembre per un concertone solidale, sarà fondamentale essere il più possibile all’anno nuovo per l’ora X! 

La campagna di azionariato popolare

Se volete sostenere il progetto, potete diffondere queste informazioni attraverso i vostri canali.

I modi per sostenere il progetto GKN sono i seguenti:

(1) È possibile prenotare  azioni della cooperativa (al massimo un terzo è destinato ai partner finanziari). Il pacchetto minimo che potete prenotare è di azioni per 500 euro (100 euro ad azione). Chi entra nella cooperativa come membro può partecipare alle assemblee interne, alle votazioni relative (i partner finanziatori possono avere fino a 5 voti al massimo, il numero di voti dipende dall’investimento) e avere una remunerazione (remunerazione fissa per ogni anno pari allo 0,25% a cui, nell’anno sociale in cui la gestione economica chiude con un beneficio, si aggiunge una remunerazione supplementare pari al tasso medio dei buoni fruttiferi italiani a tre anni).

Possono diventare membri, organizzazioni e singoli membri (rispetto il  minimo dei 500 euro).

Per le organizzazioni che hanno diversi membri un contributo molto importante può essere quello del sostegno nella comunicazione di queste informazioni  per prenotare le azioni della cooperativa.

La prenotazione implica che, fino all’inizio del progetto, non ci sarà alcun obbligo di alcun tipo per chi invia le domande (le trovate qui).

La richiesta di prenotazione di azioni dovrebbe essere prima del 31/12/2023.

2) Fare una donazione diretta (senza ricevere azioni): se per qualche ragione preferite, potete fare una donazione alla cooperativa  (SOMS INSORGIAMO – IT75E0501802800000017261280)